Home Attivitą Lavori Contatti Articoli
Home
Attivitą
Lavori
Contatti
Articoli
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.
 

AUTORIMESSE - NUOVE NORME TECNICHE PREVENZIONE INCENDI

autorimesseSulla Gazzetta Ufficiale n.52 del 3 marzo 2017 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell'Interno del 21 febbraio 2017  “Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di autorimessa”.

La nuova normativa antincendio autorimesse sarà in vigore dal prossimo 3 aprile 2017 e riguarderà le autorimesse, esistenti o di nuova realizzazione, con superficie superiore a 300 mq, così come indicato nell’allegato I del D.P.R. n. 151 del 1 agosto 2011, ivi individuate con il numero 75.

Si definisce “autorimessa” un'area coperta con servizi annessi destinata al ricovero, alla sosta e alla manovra di veicoli, sia essa privata, pubblica, isolata o mista, aperta o chiusa, autosilo o monta auto. 

Non rientrano in tale ambito, secondo la nuova regola tecnica verticale, le:

a.  aree coperte destinate al parcamento di veicoli ove ciascun posto auto sia accessibile direttamente da spazio scoperto, o con un percorso massimo inferiore a 2 volte l’altezza del piano di parcamento;

b.  gli spazi destinati all’esposizione, alla vendita o al deposito di veicoli provvisti di quantitativi limitati di carburante per la semplice movimentazione nell’area.

Le norme di prevenzione incendi possono essere utilizzate in alternativa a quanto previsto dal DM 1/02/1986 (Norme antincendio costruzione ed esercizio autorimesse e simili) e al DM 22 novembre 2002.

Con l’entrata in vigore della regola tecnica verticale (a 30 giorni dalla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il 3 aprile 2017) viene modificato l’allegato 1 del Decreto del Ministro dell’interno 3 agosto 2015 con l’aggiunta del capitolo V.6  “Attività di autorimessa” alla sezione V “Regole tecniche verticali”.

 

La nuova norma tecnica classifica le Autorimesse  in funzione di:

-  tipologia del servizio, se private, pubbliche, autosilo;

-  superficie dell'autorimessa o del parcamento;

-  quota massima e minima delle altezze dei piani h.

Vengono anche classificate le aree interne all'attività in base all'utilizzo, se di sosta e manovra o di servizi annessi, mentre quelle comunicanti con l'autorimessa vengono classificate in base alla loro destinazione d'uso (cantine, depositi, locali tecnici, ...).

La struttura della norma è basata sull'individuazione dei profili di rischio secondo il Codice di Prevenzione Incendi finalizzata a definire una precisa strategia antincendio.

La nuova norma tecnica prescrive:

-  l'attività deve essere dotata di misure di controllo di fumo e calore

-  l'altezza deve essere non inferiore a 2m.

-  vengono definite delle indicazioni per il dimensionamento dei sistemi di smaltimento dei fumi per la conformità al livello di prestazione II.

-  Per il livello di prestazione III occorre prevedere un Sistema progettato a regola d'arte con indicazioni circa l'installazione del Quadro di Comando e Controllo.


Site Map